Essity B 285.8 (-3.4 SEK) on 20-Jun-2021 17:29

Select region


Global Site


Immagine1.png

La prevenzione del contagio e l’emergenza sanitaria hanno richiesto un rinnovato senso di responsabilità e professionalità, soprattutto in campo igienico, per continuare a fornire servizi fondamentali, come la scuola. Nello scenario pandemico, dovuto al Covid-19, una delle preoccupazioni maggiori riguarda la pulizia degli ambienti scolastici e il rispetto di nuove esigenze e protocolli per contrastare la diffusione del virus. Un cambiamento concreto e percettivo, al centro del quale si trova una rinnovata attenzione per l’igiene, che andrà al di là della pandemia.

Affronteremo queste e altri interessanti aspetti durante il nostro webinar: 

IGIENE NELLE SCUOLE, OLTRE LA PANDEMIA

16 Aprile ore 10.00
Canale YouTube Tork Italy

Introduce:
Riccardo Trionfera, Commercial Director Professional Hygiene Tork

Modera:
Maria Piera Ceci, Giornalista Radio24

Intervengono:

  • Laura Galimberti, Assessora all'Educazione e Istruzione Comune di Milano
  • Diana De Marchi, Presidente Commissione Pari Opportunità e Diritti Civili
  • Anna La Rocca, Dirigente Scolastico dell'Istituto Comprensivo “Luigi Galvani” Milano
  • Carlo Gargiulo, Medico di medicina generale a Roma, Opinionista scientifico radio televisivo
  • Barbara Floridia, Sottosegretaria all’Istruzione

La ricerca sull’igiene nelle scuole italiane e il progetto di CSR

Nel corrente scenario di pandemia il ruolo dell’igiene assume un grande rilievo, a partire dai luoghi pubblici. Prime tra tutte le scuole, dove oggi il bisogno d’igiene diviene sempre più cruciale. Per questa ragione Essity ha condotto una ricerca specifica ed ha avviato un progetto di CSR con l’obiettivo di contribuire in maniera concreta all’igiene nelle scuole.

L’igiene a scuola: nuove risposte a nuove esigenze 

Dai dati della ricerca condotta da Essity con l’Istituto Nazionale AstraRicerche (agosto 2020), relativa all’attuale situazione dell’igiene nelle scuole italiane, emerge come mai prima d’ora un nuovo bisogno d’igiene e pulizia manifestato in primis dai genitori.  L’emergenza sanitaria ha fatto accrescere tale preoccupazione nelle famiglie italiane: il 15,2% dei genitori ha dichiarato che il livello di igiene e pulizia è attualmente il primo fattore di scelta della scuola (persino prima degli aspetti didattici o delle attività per contrastare il bullismo), mentre il 34,2% ha affermato che è uno dei primi due tra quelli proposti. Gli standard igienici della scuola sono oggi considerati aspetti fondamentali nella scelta dell’istituto dalla maggioranza dei genitori (60,0%), e c’è un 59,5% che pensa che debbano diventare argomento da presentare durante gli ‘open days’. Più di due terzi delle famiglie ritiene che la scuola abbia un ruolo primario nell’insegnare l’importanza della pulizia e per il 67,3% dei genitori è necessario educare i ragazzi su quali possano essere le conseguenze e gli impatti negativi di una cattiva igiene, mentre il 51,0% riterrebbe utili anche le lezioni di educazione civica. La pulizia delle mani è sempre importante, così come la pulizia degli ambienti scolastici, e di alcuni spazi in particolare con attenzione massima ai bagni e le aule. Sono molteplici gli elementi che si vorrebbero trovare nelle scuole per garantire una maggiore igiene, fra questi spiccano i ‘dispenser di igienizzante’ e un numero più alto di personale addetto alla pulizia, anche dopo l’emergenza sanitaria.

In risposta ai dati della ricerca, Essity con il suo brand Tork, ha avviato un progetto pilota, in collaborazione con il Comune di Milano, che prevede la donazione a 50 scuole primarie e secondarie di forniture complete per l’igiene nei bagni, insieme ad un pacchetto educativo sull’igiene rivolto ad insegnanti e studenti.

Scarica il report Essity sull’Igiene nelle Scuole: