We’re using cookies to give you the best experience possible of Essity.com. Read more about the cookies we use and how to change your settings:

Essity B 289.9 (-1.4 SEK) on 24-Aug-2019 17:29

Select region


Global Site


Utilizzando le risorse in modo efficiente, possiamo ridurre l’impatto climatico lungo tutta la catena di valore. Ci impegniamo continuamente per migliorare l’efficienza energetica delle nostre attività e ridurre l’impatto dei nostri prodotti sul clima, investendo, per esempio, in nuove tecnologie da utilizzare nei nostri impianti produttivi. 

Di seguito sono elencati alcuni esempi di quello che abbiamo fatto in varie parti del mondo per incrementare l’efficienza energetica e ridurre l’impatto ambientale.

Essity ha sostituito i forni di essiccazione delle macchine tissue dello stabilimento di Cuijk, nei Paesi Bassi, con una nuova tecnologia per la salvaguardia dell’ambiente. Ciò ha reso possibile un incremento dell’efficienza energetica del 10% e la conseguente riduzione delle emissioni di CO2. L’azienda ha inoltre rimpiazzato il gas naturale con un biocombustibile nel processo di produzione del vapore dello stabilimento.

Queste misure hanno avuto come risultato un risparmio sui costi e una riduzione annua di 13.000 tonnellate di emissioni di CO2.

Essity ha investito 7,7 milioni di euro in una nuova tecnologia per il trattamento delle acque reflue a Mannheim, in Germania. La nuova tecnologia consentirà di ridurre le emissioni di materiali organici nelle acque di scarico (COD) del 20% e di generare biogas utilizzabile come carburante in sostituzione del gas naturale, con una conseguente riduzione delle emissioni di CO2 in termini di 4.000 tonnellate all’anno. La nuova tecnologia di trattamento delle acque reflue permetterà anche di ridurre il volume dei rifiuti prodotti e delle sostanze chimiche impiegate, generando un risparmio sui costi.

Nel 2017, presso lo stabilimento per la produzione tissue della città finlandese di Nokia è stato realizzato un sistema idrico parzialmente chiuso con l’installazione di grossi serbatoi per l’acqua. Questo ha permesso una riduzione del consumo di acqua del 25% (700.000 m3). Riutilizzando l’acqua già riscaldata, lo stabilimento può anche risparmiare energia, con notevole riduzione dei costi e delle emissioni di CO2.