We’re using cookies to give you the best experience possible of Essity.com. Read more about the cookies we use and how to change your settings:

Essity B 287.5 (+2.7 SEK) on 24-May-2019 10:49

Select region


Global Site


2.1 Introduzione

Questo Codice di condotta per i fornitori spiega cosa Essity si aspetta dai propri fornitori in relazione a diritti umani, prassi commerciali, rapporti con i lavoratori, salute e sicurezza e altri argomenti inerenti a prassi commerciali sostenibili e responsabili. Esso costituisce la base del programma di approvvigionamento sostenibile di Essity e definisce quali aspettative clienti, consumatori, investitori e altri stakeholder possono avere nei confronti di Essity. Per noi, la scelta di business partner responsabili è importante. Collaboreremo con i nostri fornitori per apportare miglioramenti alle performance sociali ed etiche.

2.2 Panoramica

Essity aderisce al Patto globale delle Nazioni Unite, che consiste di dieci principi nelle aree di diritti umani, standard di lavoro, ambiente e anticorruzione. Gli obblighi di Essity si basano principalmente su standard concordati a livello internazionale, come la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani e le Convenzioni fondamentali dell’Organizzazione internazionale del lavoro (OIL), ma anche sulla legge nazionale.

2.3 Approvvigionamento responsabile

Tutti i nostri business partner, compresi fornitori, distributori, consulenti e collaboratori indipendenti, sono tenuti ad adottare e rispettare gli standard etici commerciali e i valori contenuti nel presente Standard per i fornitori, nonché a comunicare attivamente tali standard in caso di interazioni con i loro subfornitori. I fornitori devono disporre di prassi di approvvigionamento etiche e responsabili e approvvigionarsi esclusivamente da aziende che rispettano gli obblighi previsti da questo Standard per i fornitori. Preferibilmente, i fornitori devono collaborare in merito ai temi di responsabilità sociale in conformità alle linee guida riportate nell’ISO 26000. Inoltre, i fornitori devono essere a conoscenza di tutti gli stabilimenti e di tutte le azienda coinvolte nella loro produzione e supply chain e, su richiesta, devono essere in grado di fornire a Essity sufficienti dettagli sulla stessa per i beni forniti a Essity.

2.4 Prassi commerciali etiche

2.4.1 Integrità

I fornitori di Essity devono svolgere la propria attività in modo professionale e indipendente in ogni momento, nonché in conformità a standard sanciti da tutte le leggi e le normative applicabili internazionali e nazionali, riconoscendo che i requisiti di Essity possono talvolta andare oltre detti standard. Come minimo, i fornitori devono agire con integrità, onestà e lealtà in tutti gli aspetti della loro attività.

2.4.2 Concorrenza leale

I fornitori e tutti coloro che agiscono per loro conto devono osservare le leggi nazionali e internazionali in materia di antitrust e concorrenza. Essi non devono stipulare, direttamente o indirettamente, accordi illeciti con i propri concorrenti, né scambiare informazioni sensibili, ad es. su mercati, clienti, strategie, prezzi e simili. Tutti i fornitori e tutte le persone che agiscono per loro conto devono partecipare a gare d’appalto e procedure di offerta del settore privato osservando rigorosamente le leggi e le normative applicabili. 

2.4.3 Conflitti di interessi

I fornitori devono informare Essity nel caso in cui uno dei loro dipendenti abbia un interesse nell’attività del fornitore che potrebbe dar luogo a un conflitto di interessi. Fornitori e persone agenti a loro nome devono evitare i conflitti di interessi relativi alle proprie attività private, a entità in cui loro, i loro familiari più prossimi o i loro associati hanno un interesse, alle proprie attività commerciali con altre parti e al proprio ruolo nel rapporto commerciale con Essity. Il fornitore deve informare Essity di eventuali conflitti di interessi in atto non appena ne viene a conoscenza.

2.4.4 Anticorruzione

Quando collaborano con Essity, il fornitore e tutti coloro che agiscono per suo conto devono rispettare tutte le leggi anticorruzione vigenti. Sono severamente vietate tangenti e altre forme di attività corruttive. Sono inaccettabili l’offerta, la concessione o l’accettazione, diretta o indiretta, di vantaggi illeciti finalizzati a generare, mantenere o facilitare transazioni commerciali. I fornitori devono garantire che, nel corso della loro attività, non avvengano scambi di tali vantaggi. 

I fornitori devono svolgere un’appropriata procedura di due diligence basata sui rischi prima di assegnare incarichi a eventuali subfornitori, al fine di garantire che tali terzi rispettino tutte le leggi anticorruzione vigenti.

2.4.5 Omaggi e intrattenimento

Il fornitore non deve offrire a lavoratori di Essity omaggi, pasti o intrattenimento che potrebbero influenzare, o dare l’impressione di influenzare una loro decisione in relazione all’attività di Essity con il fornitore. Ai rappresentanti di Essity non è consentito accettare omaggi o ospitalità, qualora questi possano influenzare, o dare l’impressione di influenzare, una decisione commerciale. I lavoratori di Essity devono sempre sostenere i costi delle proprie trasferte e dell’alloggio, ad es. quando fanno visita a fornitori o partecipano a conferenze.

2.4.6 Precisione di libri e registri contabili e compliance fiscale

Mantenere con precisione libri e registri contabili e dichiarare con onestà tutte le imposte e le accise dovute costituiscono una parte fondamentale della gestione di un’attività trasparente, che opera all’insegna della legalità e in modo sostenibile. I fornitori di Essity sono tenuti ad agire in tal senso con il massimo livello di diligenza.

2.4.7 Protezione dei dati

Il fornitore deve rispettare tutte le leggi vigenti sulla protezione dei dati all’atto di acquisire, elaborare, archiviare o sottoporre ad altro tipo di trattamento i dati personali di chiunque, tra cui, a titolo esemplificativo e non limitativo, quelli dei propri lavoratori e dei lavoratori di clienti, fornitori e business partner.

2.4.8 Obbligo di segnalazione

Il fornitore deve segnalare ai rappresentanti di Essity qualsiasi sospetto relativo a violazioni sostanziali di eventuali obblighi del fornitore ai sensi di questa sezione del Codice di condotta per i fornitori, comprese eventuali violazioni compiute da subfornitori del fornitore.

2.5 Salute e sicurezza occupazionale

I fornitori devono adottare le misure necessarie a garantire un ambiente di lavoro sicuro e salubre per tutti i lavoratori. Nell’ambito di questo impegno, il fornitore deve disporre di un Sistema documentato per la gestione di salute e sicurezza, così da garantire il monitoraggio e il miglioramento continuo dell’ambiente di lavoro. Lo standard preferenziale è la certificazione OHSAS 18001. Nell’organizzazione del fornitore deve inoltre essere presente un responsabile senior direttamente incaricato di Salute e sicurezza. Tutti i fornitori sono tenuti a mettere a disposizione di Essity informazioni pertinenti, così da consentirle di rispettare i propri obblighi in materia di salute e sicurezza occupazionale.

2.6 Prassi di lavoro eque, libera associazione e contrattazione collettiva

Essity si aspetta che i suoi fornitori trattino i propri lavoratori e tutti coloro che agiscono per loro conto in base ai più elevati standard etici. Il fornitore deve osservare le convenzioni e le leggi internazionali e nazionali nell’area dei diritti fondamentali, compresi, a titolo esemplificativo e non limitativo, quelle contro le discriminazioni, in materia di libertà di associazione, diritto alla contrattazione collettiva, tutela di bambini e madri e sul diritto di costituire comitati aziendali. Inoltre, ai fornitori di Essity non è consentito ricorrere, o minacciare di ricorrere, a punizioni corporali o ad altre forme di abuso.

Se previsto dalla legge locale, tutti i lavoratori di un fornitore di Essity devono avere un contratto di impiego. Le ore di lavoro dei fornitori devono essere in linea con le leggi nazionali e gli standard del settore, mentre stipendi e altri benefit garantiti dal fornitore devono essere equi e pari almeno agli standard minimi legali e settoriali in materia.

2.7 Lavoro minorile e coatto

I fornitori devono adottare misure atte ad assicurare che non fanno uso di lavoro forzato o coatto, né lo supportano. Ciò comprende tutte le forme di traffico di esseri umani e lavoro contro la volontà o la scelta dell’interessato. A nessun lavoratore verrà imposto di lasciare depositi di denaro o documenti identificativi all’inizio di un impiego. Se un fornitore ricorre a un addetto alla ricerca di personale o a un’agenzia di collocamento, in nessun caso ai lavoratori verranno addebitati oneri o spese in relazione alla loro selezione. I fornitori devono inoltre adoperarsi attivamente per impedire tutte le forme di lavoro o sfruttamento minorile nella loro sfera di influenza. Essi dovranno sempre osservare scrupolosamente gli obblighi legali e la convenzione OIL numero 138 sull’età minima per il lavoro.

2.8 Discriminazione

I fornitori di Essity sono tenuti ad adottare e a far rispettare politiche che vietano in modo efficace discriminazioni o molestie sulla base di sesso, stato coniugale o genitoriale, origine etnica o nazionale, orientamento sessuale, fede religiosa, affiliazione politica, età, disabilità o appartenenza a sindacati o a organizzazioni di lavoratori.

2.9 Meccanismi per vertenze

Essity si aspetta che i propri fornitori dispongano di efficaci canali dedicati alle vertenze, attraverso i quali i lavoratori possano segnalare lamentele e reclami sulle proprie condizioni di lavoro, senza timore di ritorsioni.

2.10 Rispetto per l’ambiente

In ogni momento, i fornitori di Essity sono tenuti ad agire in modo responsabile dal punto di vista ambientale, nonché a rispettare le leggi vigenti. Essity impone ai propri fornitori di apportare miglioramenti costanti per la protezione ambientale e di ridurre al minimo l’impatto ambientale e l’inquinamento generati dalle loro attività.

2.11 Rapporti con le comunità

Essity incoraggia i fornitori a esercitare un’influenza positiva e ad agire con rispetto nelle comunità in cui operano.

2.12 Diversità dei fornitori

Essity dà molta importanza ai rapporti con una gamma di fornitori ampia e intende occasionalmente ampliare il proprio programma per la Diversità dei fornitori. Ciò comprende gruppi come imprese certificate di proprietà di minoranze, imprese certificate a conduzione femminile e imprese di proprietà di veterani o invalidi di guerra.

2.13 Adesione al Sedex

Su richiesta di Essity, i fornitori possono aderire a proprie spese alla piattaforma online Sedex (Supplier Ethical Data Exchange) o ad altra piattaforma indicata da Essity e condividere il proprio status sociale ed etico. Il sistema Sedex contiene un questionario di autovalutazione (SAQ) e uno strumento per la valutazione dei rischi, che possono essere usati come parametri della verifica di Essity dello status sociale ed etico del fornitore. 

2.14 Non ottemperanza al Codice di condotta per i fornitori 

Se un fornitore o uno dei suoi subfornitori non ottempera agli obblighi stabiliti dal presente Codice di condotta per i fornitori, il fornitore deve adottare misure adeguate per porre rimedio alla violazione ed evitare che si ripeta. Essity si riserva il diritto di interrompere la collaborazione con qualsiasi fornitore che non ottemperi in modo persistente al Codice di condotta per i fornitori, ovvero che lo infranga in modo sostanziale.

Torna alla panoramica del Global Supplier Standard