We’re using cookies to give you the best experience possible of Essity.com. Read more about the cookies we use and how to change your settings:

Essity B 286.9 (-2.2 SEK) on 21-Oct-2019 09:34

Select region


Global Site


L’iniziativa invita le università partner di tutto il mondo a collaborare con Essity nell’intento di migliorare il benessere per l’umanità attraverso un’innovativa risoluzione dei problemi.

Sono stati 225 i partecipanti di 102 team in dodici Paesi che hanno partecipato alla ricerca di soluzioni innovative per i problemi del settore. Durante il processo, sono stati messi a disposizione dei team esperti del settore che hanno fornito feedback e mentoring. La sfida è stata ospitata da Agorize, una piattaforma digitale progettata per ospitare sfide di innovazione aperta su larga scala dall’inizio alla fine.  

I vincitori si aggiudicheranno:
  • Uno stage internazionale 
  • Un premio prestigioso 
  • Un certificato per ciascun membro del team di vincitori globali
  • Un pranzo o una cena di gala nel paese dei vincitori
  • Celebrazioni locali

La gara di quest’anno ha riguardato il settore HaFa (fazzoletti e veline per il viso), che sta affrontando sfide del mondo reale in due aree principali: Marketing e Ingegneria. Le proposte sono state valutate da una commissione di esperti senior di Essity in base a originalità, creatività, pertinenza, impatto e fattibilità.

La Sfida del marketing prevedeva di trovare un modo per indurre i consumatori ad acquistare fazzoletti non solo durante le stagioni di raffreddori e allergie, ma anche di aumentarne la frequenza di uso. I destinatari della campagna sono donne di età compresa tra i 25 e i 45 anni che si occupano del benessere della famiglia.  

Il team vincitore è stato Le Trio Infernal con Carmen De Cordoue, Inès Leroux e Lisa Guyo della ESSEC Business School francese. Le Trio Infernal hanno scelto di rivolgersi alle mamme di bambini piccoli con la proposta “Duo & Go”. Le tre ragazze hanno progettato una confezione che integrerebbe in un unico, pratico pacchetto salviette umidificate e fazzoletti di carta. L’idea è che i bambini vogliono esplorare e sporcarsi, ma le mamme spesso non sanno quali fazzoletti mettere in borsa. Con Duo & Go, le mamme non devono più preoccuparsi, perché possono usare i fazzoletti di carta per soffiare i nasini e le salviette umidificate per i piccoli pasticci e le manine sporche. Il gruppo che si è aggiudicato la vittoria ha inoltre proposto l’idea di ridurre le dimensioni dei fazzoletti di carta per andare incontro ai bambini piccoli, cosa che incoraggerebbe il monouso. È una scelta più sana per il consumatore che contribuisce ad aumentare le vendite. 

La Sfida dell’ingegneria aveva lo scopo di ridurre lo spessore della confezione, mantenendo la facilità d’uso e riducendone l’impatto ambientale. Attualmente, non c’è una grande differenza nelle modalità di confezionamento dei fazzoletti. Solitamente, ai consumatori viene presentata una piccola confezione di plastica da tasca che contiene tra i 7 e i 10 fazzoletti, con minime variazioni di spessore del prodotto complessivo. 

Daniela Silva e Andrea Ochoa dell’Università di Barcellona hanno costituito gli “Andesignerds” e si sono aggiudicate il primo posto per la loro proposta “Sono la tua guardia del corpo”. Hanno ridotto lo spessore dei fazzoletti inserendoli uno dentro l’altro a zig-zag, preservandone la facilità d’uso grazie all’inserimento in una confezione a forma di busta. In questo modo, è possibile portarli nelle tasche interne e occupano anche meno spazio nella borsetta. L’elemento ecocompatibile della sfida è stato affrontato utilizzando una combinazione di carta naturale Kraft e plastica biodegradabile. La carta Kraft è un prodotto realizzato in cellulosa, più resistente e rispettoso dell’ambiente della normale carta, in quanto non viene candeggiata, cosa che riduce la resistenza della carta. Inoltre, i prodotti chimici usati nella lavorazione della carta Kraft possono essere riutilizzati, pertanto il ciclo produttivo riduce gli sprechi. Attualmente, la maggior parte dei fazzoletti sono in confezioni monouso di plastica non biodegradabile, cosa che crea diversi problemi ambientali nei nostri mari. 

Il team di Essity desidera ringraziare tutte le università partner, gli studenti, i mentori e i giudici che hanno partecipato alla sfida di quest’anno ed è lieto di accogliere nei suoi uffici i vincitori dello stage. Non vediamo l’ora di sapere quale sarà la sfida dell’anno prossimo!