We’re using cookies to give you the best experience possible of Essity.com. Read more about the cookies we use and how to change your settings:

Essity B 287.6 (-1.5 SEK) on 21-Oct-2019 09:54

Select region


Global Site


Rosa Mercade è entrata a far parte di Essity oltre un anno e mezzo fa e ha già alle sue spalle un percorso professionale di tutto rispetto, nonostante il breve periodo di tempo. Rosa, che ha cominciato a supportare il Team Retail nel febbraio del 2017, ora dirige team e progetti propri.  Nel panorama in rapida e costante evoluzione del Retail, Rosa deve essere flessibile e decisa nel suo ruolo di Retail Brand Manager per Essity Spagna. Rosa ci ha dedicato un po’ di tempo per raccontarci qualcosa del suo ruolo e del suo percorso professionale con Essity fino a questo momento. 

Ciao Rosa, per cominciare raccontaci qualcosa del tuo ruolo di Retail Brand Manager?

Faccio parte del Team del Brand nella categoria Prodotti Tissue. Quando mi sono candidata a questo ruolo non avevo idea di quanto le mie priorità sarebbero cambiate da un giorno all’altro.  Noi interagiamo direttamente con i clienti le cui priorità ed esigenze possono cambiare molto rapidamente, in funzione di molti fattori diversi. Bisogna essere svelti se si vuole rimanere un passo avanti rispetto a questi cambiamenti. Il mio team supervisiona tutti gli argomenti inerenti, dai prodotti che vendiamo al servizio che offriamo. Dobbiamo essere davvero molto esigenti con noi stessi, soprattutto perché abbiamo un rapporto stretto con i nostri distributori e vogliamo assicurarci che le cose non cambino. 

Ti farò un esempio del tipo di progetto a cui sto lavorando.  Il programma Famiglie è un comitato di acquirenti e consumatori di proprietà di Essity, che può raccogliere contributi, opinioni e informazioni dai nostri clienti. È una selezione di 210 vere famiglie formate da nostri consumatori. Il programma ci offre feedback regolari sui nostri prodotti e servizi mediante una piattaforma online. Sfrutto molto questo programma nel mio lavoro quotidiano. Come ho detto, noi interagiamo direttamente con i clienti e il programma Famiglie è un mezzo fantastico per farlo. La comunicazione sincera e senza filtri ha un impatto diretto sul nostro comportamento come team e azienda e influisce davvero sulle decisioni che assumo insieme al mio team.  È sicuramente uno degli aspetti più gratificanti e incisivi del mio ruolo.

Come descriveresti la cultura del tuo luogo di lavoro?

Lavorando sul mercato come facciamo noi, il ruolo non è un’esperienza tranquilla o neutra, ma nemmeno un’eccessiva fonte di stress. Abbiamo obiettivi ben definiti e il mio team lavora con grande affiatamento a moltissimi progetti. Come ho detto, le priorità per noi e per i nostri clienti possono cambiare molto rapidamente, perciò il lavoro di squadra e la collaborazione sono un buon paracadute. Molte delle nostre competenze si sovrappongono, il che significa che ci integriamo bene a vicenda, ma abbiamo anche accesso a un’eccezionale rete globale che ci aiuta con i progetti più grandi.  

Il mio ruolo prevede che io faccia da esempio per il mio team, soprattutto quando si tratta di aspetti come valori e comportamenti. In qualità di responsabile, hai una visione leggermente diversa del metodo di lavoro delle persone.  A Essity abbiamo valori davvero positivi e innovativi. Finora, ho avuto un’esperienza professionale molto positiva, e sono riuscita a creare un legame molto forte con il mio team. Percepisco uno spirito aziendale, cosa per me molto importante. È bello vedere che i valori dell’azienda ogni giorno sono rispecchiati dai comportamenti e dalla vita professionale delle persone.  

Come leader, quali sono le qualità che vuoi vedere nei tuoi team? 

Nei miei team, cerco sempre di incoraggiare la collaborazione e il rispetto dei punti di forza e dei punti deboli altrui. Siamo tutti nella stessa barca, molto di ciò che cerchiamo di fare e che realizziamo non sarebbe proprio possibile senza il contributo di molte aree diverse dell’attività. È fondamentale mantenere un nucleo di rispetto e fiducia se si vuole avere un team produttivo e felice. 

Quali sono le caratteristiche di un buon leader, secondo te?

Una persona in grado di fidarsi del suo team, di prendersene cura, che consente a questo di avere successo e che riesce a mantenere la mente lucida quando le cose si complicano. Noi lavoriamo a ritmo rapido e le cose possono andare storte; in questi momenti ci vuole qualcuno che si faccia carico del fardello e che non perda di vista l’obiettivo.  

Nel tuo ruolo lavori con moltissimi strumenti diversi: esistono innovazioni o soluzioni tecniche di cui sei particolarmente entusiasta per il 2018/19? 

Ma certo! Sono entusiasta di tutte le nuove app che vengono fuori ogni giorno. In particolare, sono appassionata dei cambiamenti degli FMCG e dei consumatori che fanno acquisti online: è un segmento in crescita ed evoluzione sostenuta e la natura del mercato online mi affascina. Credo che le app rivoluzioneranno il nostro comportamento di consumatori.

Il tuo ruolo sembra molto impegnativo: come ti rilassi/cosa fai quando non lavori? 

Sono una chef! Mi piace sperimentare in cucina e stare in compagnia con gli amici. Adoro anche provare cose nuove e scoprire un nuovo piatto speciale, o magari combinare un disastro!  Quando ne ho la possibilità, mi piace anche praticare sport: a Valls abbiamo un clima splendido per praticare sport all’aria aperta. 

Hai trascorso un periodo molto stimolante a Essity: cosa diresti a te stessa se potessi tornare indietro a un anno fa? 

È vero: Essity negli ultimi anni ha compiuto un percorso importante, e posso dire lo stesso di me, a livello personale e professionale. Finora, è stata un’esperienza davvero stimolante, ma direi che il consiglio migliore per me sarebbe: abbi pazienza, per l’esperienza autentica ci vuole tempo. Ora partecipo a iniziative davvero importanti e il futuro appare molto interessante!

Se potessi dare un consiglio a qualcuno che volesse lavorare per Essity, cosa gli diresti?

Direi: preparati a fare lavoro di squadra, non individuale. Noi non lavoriamo individualmente a Essity. Il tuo team non finisce dove inizia la tua scrivania: hai una rete globale e locale. All’inizio c’è molto da metabolizzare, ma quando ti abitui alla cultura globale, è una risorsa fantastica. 

Per finire, c’è una cosa che hai fatto a Essity che ti è rimasta davvero impressa? 

So di averlo già detto, ma credo fermamente nel programma Famiglie. Lo ritengo un progetto straordinario. Sono fortunatissima a farne parte e mi appassiona moltissimo, come puoi capire! Credo che abbia un impatto non solo sull’attività, ma anche su quelli che tra noi sono coinvolti nel progetto: ti rende molto più consapevole delle esigenze e dei desideri dei nostri clienti. 

Grazie Rosa. 

In pillole 
  • Sede: Valls
  • Provenienza (unità): Buyer
  • Talenti nascosti: Mi piace suonare il piano
  • Se potessi avere un “superpotere”, quale sarebbe? La positività! Cerco sempre soluzioni, non problemi. Se non riesci a scavalcare il muro, passaci sotto o intorno!
  • Modello di vita: Sicuramente la mia bisnonna: era coraggiosa e faceva tutto quello che voleva. 
  • Motto personale: se non ci provi, non lo saprai mai
  • Film o libro? Film: Victus
  • Musica preferita: Pop catalano
  • Il luogo più insolito in cui hai visto un prodotto Essity e quale? In un piccolissimo villaggio in Scozia. C’era un bagno con diversi prodotti tissue Essity, è stato stranissimo vederli in un posto tanto sperduto!