We’re using cookies to give you the best experience possible of Essity.com. Read more about the cookies we use and how to change your settings:

Essity B 262.4 (+2.4 SEK) on 20-Feb-2019 17:33

Select region


Global Site


Una donna su tre oltre i 35 anni e un uomo su quattro oltre i 40 in tutto il mondo hanno perdite urinarie e il numero è in continua crescita. Riuscire a soddisfare le esigenze individuali delle persone affette da incontinenza è una sfida globale per Essity. Il nostro obiettivo è innovare, istruire e restituire la propria vita a chi soffre di incontinenza, consentendo a milioni di persone nel mondo di vivere una vita attiva, indipendente e dignitosa.

Il responsabile globale del marchio TENA, Andy Mack, parla di una condizione molto più comune di quanto si creda e dell’impatto che la stessa ha sulla vita quotidiana delle persone e in particolare sull’attività sportiva. Egli descrive il lavoro che lui stesso ed Essity stanno facendo nel mondo e spiega come innovazioni apparentemente insignificanti possano avere un impatto enorme nel consentire alle persone di far parte di una squadra e della società.
 
“Sempre al centro dei pensieri, l’incontinenza scoraggia la partecipazione a ogni aspetto della vita quotidiana. Dal timore di avere perdite notturne al decidere cosa mangiare o bere oppure cosa indossare affinché non si veda che si sta usando una protezione, fino all’evitare inviti senza preavviso perché non si sa se ci sarà un bagno, tutto ruota intorno ad essa. Per quanto possano sembrare preoccupazioni di poco conto, finiscono col diventare nel complesso grandi ostacoli per la vita quotidiana”, afferma Mack.
 
Noi facciamo il possibile per consentire a chi soffre di incontinenza di vivere una vita normale, ponendo però l’accento sul fatto che si tratta di una condizione molto diffusa. Per sensibilizzare sull’incontinenza, cerchiamo di motivare le persone che ne soffrono a informarsi con corsi e app, nonché a eseguire, laddove possibile, esercizi per il rafforzamento dei muscoli del pavimento pelvico. L’obiettivo è di educare nonché guidare le persone affette da incontinenza attraverso un percorso formativo che consenta alla fine, e solo dopo una preparazione adeguata, di vivere una vita più completa. 
 
Nel mondo dello sport, l’incontinenza è per gli atleti una questione seria. 
 
“L’incontinenza complica parecchio la vita degli atleti, inducendoli a volte anche ad abbandonare l’attività sportiva, e per questo viene vista come un grande problema. È molto più facile avere delle perdite quando si fa attività fisica: spesso si tratta di piccole perdite improvvise e impreviste”, afferma Mack.
È molto più facile avere delle perdite quando si fa attività fisica: spesso si tratta di piccole perdite improvvise e impreviste.
Gli atleti indossano spesso abiti attillati ed è importante che il loro abbigliamento segua perfettamente le forme del corpo. Tutto ciò può rendere un ausilio per incontinenza più visibile oltre a trasformarlo in un impedimento. Secondo un sondaggio di TENA, quasi un decimo delle persone che soffrono di perdite urinarie afferma che questo sia un ostacolo per l’esercizio fisico. 
 
Noi siamo continuamente alla ricerca di nuovi modi per migliorare la vita quotidiana delle persone. Per questo lavoriamo sodo per raccogliere informazioni e capire realmente le esigenze di chi soffre di incontinenza. Solo così potremo continuare a creare soluzioni innovative che aiutino a ridurre il pesante impatto che l’incontinenza ha sulla vita di tutti i giorni. Un esempio di innovazione che potrebbe sembrare insignificante, ma che sta riscuotendo un grande successo, sono le nostre mutandine assorbenti TENA Men Active Fit, realizzate appositamente per assomigliare in tutto e per tutto alla biancheria intima maschile pur possedendo tutte le caratteristiche della biancheria intima protettiva.
 
Un altro pezzo di tecnologia veramente innovativa incluso nel nostro portafoglio di prodotti è TENA Identifi, in grado di offrire un nuovo livello di conoscenza per un’assistenza individualizzata migliore. Per comprendere le esigenze individuali di tutti gli ospiti delle strutture assistenziali è fondamentale eseguire una precisa valutazione della continenza. Le rilevazioni di TENA Identifi forniscono informazioni suffragate da dati sulle esigenze individuali di ogni ospite riguardo alla necessità di recarsi in bagno, ai cambi degli ausili assorbenti e ai prodotti più adatti. Questo consente al personale delle strutture di creare piani assistenziali personalizzati che favoriscano la continenza, tutelino la dignità e migliorino la qualità di vita degli ospiti.
 
È nostra intenzione continuare a fare progressi con prodotti innovativi, offrendo al contempo un orientamento e una formazione efficaci. Siamo consapevoli del fatto che un numero crescente di persone dovrà fare i conti con l’incontinenza e per questo ci adoperiamo per fare in modo che chi ne soffre si senta protetto e riconquisti la fiducia in se stesso per vivere appieno la propria vita. Il nostro obiettivo è incrementare il numero delle persone continenti e comprendiamo che, per superare le aspettative e realizzare i nostri sogni e ambizioni, dobbiamo avvalerci delle giuste strategie, di osservazioni e di dati basati su ricerche.

Parliamo di igiene e salute con #essentials
 
Fonti:
  • Pubblicazione 2013 dell’International Consultation on Incontinence (ICI)
  • Sondaggio condotto da YouGov per conto di TENA Men. 500 uomini e 500 donne oltre i 55 anni sono stati intervistati nell’ottobre 2016.

- 1 uomo su quattro oltre i 40 anni soffre di incontinenza urinaria

- Pubblicazione 2013 dell’International Consultation on Incontinence (ICI)