We’re using cookies to give you the best experience possible of Essity.com. Read more about the cookies we use and how to change your settings:

Essity B 258.5 (+0 SEK) on 18-Feb-2019 11:04

Select region


Global Site


Il bagaglio storico che si cela dietro ai discorsi sulle mestruazioni, specialmente quando si tratta di attività fisica e sportiva, è carico di stigmatizzazioni e falsi eufemismi. Cinquant’anni fa nessuno menzionava le parole ‘atlete’ e ‘mestruazioni’ nella stessa frase, e oggi le cose non sono ancora cambiate. Perché tanto silenzio su un processo naturale che riguarda le donne?

Stigmatizzazioni a margine del ciclo

Molte donne vivono una doppia vita per tutto ciò che si riferisce a un evento del tutto naturale come le mestruazioni. Nonostante siano un appuntamento mensile fisso, le mestruazioni sono ancora circondate da silenzi e tabù in molti ambiti, come le attività sportive e il fitness.

Nuvenia, il marchio di prodotti per l’igiene femminile di Essity, sta aiutando a cambiare questa mentalità con l’iniziativa Red.fit, un portale di contenuti sviluppato per sensibilizzare e fornire informazioni sulle mestruazioni, incoraggiando le donne a tenersi in forma anche nei giorni del ciclo. Collaborando con esperti di scienza dello sport, psicologia motivazionale e nutrizione, Red.fit riunisce contenuti e indicazioni pratiche di esperti per ogni fase del ciclo mestruale, tra cui filmati stimolanti, informazioni nutrizionali e podcast.

Nel 2016 Nuvenia ha inoltre realizzato il filmato “Blood” (Sangue) con l’obiettivo di modificare la percezione che le donne hanno del ciclo da debolezza a punto di forza e di infrangere i tabù che circondano le mestruazioni nel mondo degli sport.

Allenamenti più efficaci grazie a una migliore conoscenza

Il ciclo è sempre stato considerato una faccenda personale, ma la maggiore apertura mentale e la conoscenza di come gli ormoni femminili influenzino il corpo possono aiutare a ridurre al minimo il rischio di danni durante l’attività fisica e l’allenamento, ottimizzando al contempo rendimento ed effetti benefici. La maggior parte delle atlete di alto livello sa perfettamente come funziona il ciclo mestruale e conosce l’impatto che può avere sul proprio corpo. Se i discorsi sul controllo del sanguinamento e sul sollievo dal dolore possono essere naturali per chi pratica sport professionistici, questo non vale però ad altri livelli.

Secondo il sondaggio e la relazione Essentials Initiative 2016-17 di Essity, il 21% delle donne non sa quale sia il miglior modo di allenarsi durante le mestruazioni, il 49% dice di avere saltato le lezioni di educazione fisica a scuola a causa del ciclo e il 42% di chi pratica sport regolarmente evita di allenarsi per uno o più giorni quando ha le mestruazioni.

Il sanguinamento mestruale non dovrebbe interferire con l’attività fisica. Il ciclo mestruale non è una maledizione, ma al contrario può avere un impatto positivo sugli allenamenti e far sentire meglio le donne. Nel caso in cui, però, una donna non si senta bene e provi sensazioni acute di disagio o spossatezza, dovrebbe discuterne con il suo medico, allenatore o istruttore perché parlare delle mestruazioni non deve essere diverso dal dire a qualcuno che si ha una caviglia gonfia.

Le donne e le ragazze dovrebbero sentirsi incentivate a continuare l’attività fisica quando hanno le mestruazioni, sia esercitandosi semplicemente sia praticando il proprio sport preferito. Detto questo, CHE IL GIOCO INIZI.